Dichiarazione aberrante in una scuola militare israeliana: “Gli Ebrei sono la razza migliore”

Nella scuola militare di Eli, in una zona della Cisgiordania sotto occupazione israeliana, il rabbino Eliezer Kashtiel ha inneggiato apertamente al suprematismo razziale ebraico: “Noi siamo razzisti. Crediamo nel razzismo. Gli Ebrei sono la razza di maggiore successo”; “Siamo circondati da popoli con problemi genetici”. C’è da stupirsi? Viene proprio da dire di no, del resto notiamo tutti le politiche apertamente razziste che fa Israele con le popolazioni palestinesi, che ricordano quelle dell’apartheid sudafricano. Siamo all’assurdità per cui in Europa i bempensanti ed i media dominanti bollano come razzismo qualsiasi posizione critica verso l’immigrazione, mentre in Israele si fanno politiche e proclami apertamente razzisti e va tutto liscio. Il più noto esponente dell’intellighenzia bempensante e “progressista” italiana, il “vate” Saviano, fa costantemente prediche contro il “razzismo”, bollando come tale qualcunque politica di contenimento dell’immigrazione… ed al contempo elogia Israele come unica democrazia mediorientale, dando invece addosso alla Siria del “dittatore” Assad, paese che invece vieta categoricamente qualsiasi discriminazione etnica o religiosa. Non è un caso che anche il miglior alleato sudamericano di Israele, il presidente brasiliano Bolsonaro, sta facendo politiche di esproprio delle terre agli Indios dell’Amazzonia, con gli stessi metodi cruenti attuati in Israele verso i Palestinesi. Occorre definitivamente porre fine al mito di “Israele faro di democrazia in Medio Oriente” e farlo vedere per ciò che è: un paese razzista, suprematista, segregazionista.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati per info agevolazioni e finanziamenti