La rete Adessonews è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Cerca: Agevolazioni Finanziamenti Norme e Tributi sulla rete ADESSONEWS

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
#adessonews
Nostri Servizi

Casa cointestata e interessi mutuo unico intestatario – Fiscal Focus

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 


In data 01 luglio 2015, io e mia moglie abbiamo comprato casa, in cui siamo andati a vivere.

La casa è acquistata in comunione dei beni e quindi cointestata al 50%. Per l’acquisto è stato stipulato un mutuo ipotecario in quale, tuttavia, non è cointestato ma è intestato solo a me.Lavoriamo entrambi ed entrambi presentiamo la nostra dichiarazione dei redditi.L’addetto CAF cui mi rivolgo per il mio annuale modello 730, mi riferisce che gli interessi sul mutuo sono detraibili solo da me, poiché il mutuo non è cointestato.E’ corretto quanto riferitomi?

Risposta – Purtroppo la risposta fornita dal CAF è quella corretta. Ci sono, infatti, diversi chiarimenti forniti in passato dall’Agenzia delle Entrate proprio sull’argomento in questione e da ultime, sono le stesse istruzioni ministeriali a darne conferma.

La detrazione spetta al contribuente “acquirente e intestatario” del contratto di mutuo, anche se l’immobile è adibito ad abitazione principale di un suo familiare (coniuge, parenti entro il 3° grado e affini entro il 2° grado: art.5, co.5 del TUIR) – (Circolare 26.01.2001 n. 7, risposta 2.2).Nella stessa Circolare n. 7 del 2001 era data risposta al seguente quesito: per poter fruire della detrazione è necessario che il contribuente intestatario del mutuo ipotecario sia anche proprietario dell’immobile, almeno pro-quota? L’Agenzia delle Entrate rispondeva che: il “beneficiario” della detrazione deve coincidere con il “proprietario” dell’unità immobiliare.Il requisito congiunto di “acquirente” l’immobile e “mutuatario” è pertanto sempre necessario, ad eccezione dei mutui contratti anteriormente all’anno 1991 per i quali è prevista la detraibilità anche per i soggetti che non siano titolari di redditi di fabbricati (Circolare 12.05.2000 n. 95, risposta 1.2.6).Come anticipato, anche le istruzioni ministeriali del Modello Unico Pf 2015 espressamente dispongono che “la detrazione d’imposta spetta agli acquirenti che siano contestualmente contraenti del mutuo ipotecario”.Nell’ipotesi in questione, dunque, la moglie è acquirente l’immobile ma non intestataria del mutuo e quindi non detrae gli interessi passivi. Per contro il marito è intestatario del mutuo al 100% ma proprietario dell’immobile al 50%. Tuttavia, questi può detrarre gli interessi nella misura del 100%(Circolare n. 17/E/2006).

Source

Finanziamenti - Agevolazioni - Norme - Tributi

Operativi su tutto territorio Italiano

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: