Bonus Ricerca e Sviluppo: check list in bilancio


bonus ricerca e sviluppo

Bonus in Ricerca & Sviluppo: check list in bilancio

Il credito d’imposta per l’attività di ricerca e sviluppo, di cui all’articolo 3, D.L. 145/2013, oggetto di attuazione con il D.M. 27 maggio 2015, deve trovare opportuna collocazione contabile nel bilancio 2017, dopo che sono state individuate le attività agevolabili dell’esercizio e sono stati tracciati i relativi costi eleggibili, che consentono la fruizione del beneficio.

Una volta conteggiato l’ammontare del credito 2017, la società dovrà imputarlo a conto economico e commentarlo nella nota integrativa, mentre nella relazione sulla gestione dovrà illustrare le attività di ricerca e sviluppo nel loro complesso.

A tal riguardo, si consiglia alle società, di spiegare in misura sufficientemente dettagliata i progetti di ricerca e sviluppo iniziati o continuati dagli esercizi precedenti, sia in misura qualitativa sia quantitativa, pur mantenendo la dovuta riservatezza. In tal modo vi sarà coerenza informativa tra quanto indicato nella relazione sulla gestione e quanto inserito nell’apposito dossier di supporto al credito d’imposta.

In nota integrativa dovrà invece essere indicato e commentato sia l’importo iscritto nel conto economico quale contributo in conto esercizio (voce A5), come si verifica nella maggior parte dei casi, sia il credito verso l’erario quale contropartita patrimoniale CII5-bis “crediti tributari”.

Il credito sarà oggetto di utilizzo a partire dall’esercizio 2018, attraverso l’istituto della compensazione, che costituisce l’esclusiva modalità di utilizzo, tramite il modello F24 (codice tributo 6857 anno 2017) e obbligatoriamente mediante i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline).

Il credito non è cedibile o rimborsabile e deve essere indicato nel quadro RU di UNICO/18, relativo al periodo di imposta nel corso del quale il credito stesso è maturato (2017), nonché in quelli dei modelli UNICI relativi ai periodi di imposta successivi per indicarne l’utilizzo.

Bonus Ricerca e Sviluppo: informazioni utili

Contabilmente, è necessario distinguere tra il trattamento dei costi in ricerca e sviluppo e la rilevazione del credito d’imposta.

Per quanto riguarda il primo punto, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i costi sono agevolabili indipendentemente dal trattamento contabile e, quindi, dalla loro eventuale capitalizzazione, come previsto dall’OIC 24, paragrafo 49, secondo il quale i costi di sviluppo sono capitalizzabili solo in presenza di tre caratteristiche: essere relativi ad un prodotto o processo chiaramente definito, essere riferiti ad un progetto realizzabile ed essere recuperabili.

Oltre che tra i contributi in conto esercizio, il credito d’imposta può essere contabilizzato anche tra i contributi in conto capitale, se i costi sono stati contabilizzati tra le immobilizzazioni immateriali ( dal 2016 in poi, come già anticipato, ciò vale solo per i costi di sviluppo ed alle descritte condizioni).

Ai fini IRES ed IRAP, si ricorda che il credito d’imposta non concorre a formare la base imponibile.

La documentazione relativa al credito d’imposta in R&S, idonea a dimostrare in sede di controllo l’ammissibilità e l’effettività dei costi sulla base dei quali è stato determinato il credito d’imposta, deve essere conservata fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione relativa al periodo di imposta nel corso del quale si conclude l’utilizzo del credito.

Resta Aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le principali novità in materia fiscale

Ti sei registrati correttamente! Grazie

Dichiarazione di consenso ai sensi dell’art. 23 del D. Lgs. 196/03 Preso atto dell’ informativa di cui sopra, fornitami ai sensi dell’articolo 13 del D. Lgs. 196/03, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali da parte di Gruppo MR per le finalità indicate nell’informativa.

Source

L’articolo Bonus Ricerca e Sviluppo: check list in bilancio proviene da Adessonews aggregatore di news: replica gli articoli dalla rete senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione. Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli in qualsiasi momento..

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: