Cessione del Quinto Poste Italiane: Guida alla Richiesta

Ti serve un prestito e non sai come fare per ottenerlo? Hai bisogno di richiedere denaro ottenendo dei tassi vantaggiosi e senza troppi problemi? Cosa si deve fare? Con la cessione del quinto Poste Italiane è possibile ottenerlo.

Ottenere il denaro in questo modo è possibile dando alle poste come garanzia il proprio stipendio o la propria pensione. Vediamo insieme in questa nostra dettagliata guida, cosa bisogna fare per avere un prestito con Poste Italiane tramite cessione del quinto.

Cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto è un prestito apposito per i lavoratori dipendenti e che può essere richiesto anche dai pensionati. Si chiama in questo modo perché la rata mensile è pari ad un quinto dello stipendio netto oppure è pari ad un quinto della pensione. La rata mensile non può superare il quinto dello stipendio.

Il rimborso della quota mensile va addebitato sulla busta paga oppure sul cedolino della pensione. Rimborsare la rata mensile con la cessione del quinto significa che il pagamento della rata viene gestito direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico.

Differenza tra prestito personale e cessione del quinto

La modalità di rimborso delle rate è la differenza principale. Se si decide di richiedere un semplice prestito personale, la rata deve essere pagata tramite un bollettino o tramite un addebito diretto sul conto mentre se si decide di optare per un prestito tramite la cessione del quinto, si pagherà la rata direttamente dallo stipendio o dalla pensione.

Saranno il datore di lavoro o l’ente pensionistico ad occuparsi dell’addebito mensile della rata. Il prestito con cessione del quinto si può ottenere se si è lavoratori con assunzione a tempo indeterminato, con residenza in Italia e con età tra 18 e 63 anni.

Anche i pensionati che non supereranno gli 85 anni di età fino al giorno della restituzione del finanziamento e che abbiano una pensione che superi i 501,89€, possono chiedere un prestito tramite cessione del quinto. I lavoratori autonomi non possono ottenere un prestito in questa modalità, poiché, appunto, non hanno uno stipendio.

Come richiedere questa formula aPoste Italiane

Quali documenti bisogna presentare alle Poste Italiane per richiedere un prestito tramite la cessione del quinto? Ecco la lista:

  • Codice fiscale;
  • Documento d’identità valido;
  • Ultima busta paga oppure il cedolino della pensione;
  • Certificazione Unica per i lavoratori dipendenti.

Per un prestito tramite la cessione del quinto non serve chiedere la collaborazione di un garante. La garanzia per il prestito è proprio lo stipendio o la pensione. In genere questa formula permette di richiedere il prestito anche a chi in precedenza ha avuto problemi con i pagamenti delle rate.

La cessione del quinto è una garanzia aggiunta, ma non è certo che le Poste Italiane accettino la richiesta, la pratica sarà comunque sottoposta ad un accurato controllo e ad una valutazione.

La rateizzazione, come funziona?

Le rate da pagare per il prestito tramite la cessione del quinto sono a quota fissa sempre. Il cliente può scegliere direttamente la cifra da pagare mensilmente e i tempi per il rimborso il giorno della stipula del contratto. La rata non deve superare il quinto, quindi il 20% (valore netto), dello stipendio oppure della pensione.

Il rimborso della cifra richiesta si effettua con un addebito sulla busta paga oppure sulla pensione. Per la restituzione del finanziamento con la cessione del quinto la durata massima può arrivare fino a 10 anni. Il prestito può tranquillamente essere estinto in anticipo sui tempi e in ogni momento.

Come si richiede

Un prestito tramite la cessione del quinto si può chiedere in un qualsiasi ufficio postale. Basta richiedere un appuntamento o recarsi in un ufficio chiedendo di un incaricato.

Tempi per ottenere il prestito Poste Italiane con cessione del quinto

La richiesta di un prestito in una filiale Poste Italiane consente di conoscere tramite l’incaricato anche i tempi per ottenerlo. Sarà proprio l’incaricato a comunicare al cliente dopo quanti giorni potrà ottenere il prestito sul conto. I tempi possono variare da richiesta a richiesta. Per ottenere un prestito con cessione del quinto da Poste Italiane non è necessario avere un conto alle Poste.

Gli interessi da pagare

Anche se si tratta delle Poste Italiane ci sono comunque degli interessi da pagare. Comunemente i prestiti personali con la cessione del quinto hanno interessi più bassi rispetto ad altri prestiti. Controllare il TAN e il TAEG consente anche di risparmiare.

Il TAN è il tasso di interesse associato al prestito, mentre il TAEG è l’indice sintetico di costo totale del prestito. Nel TAEG ci sono tutte le commissioni da pagare per avere il prestito con Poste Italiane.

Consigliamo di controllare i diversi prestiti e anche le varie possibilità online prima di richiedere un prestito. Spendere qualche ora per delle ricerche permette anche di trovare il prestito più adatto per le tue richieste. Effettuando una ricerca si possono fare confronti tra il TAN e il TAEG e scegliere i più bassi e i più convenienti per le proprie esigenze.

Per capire quanto si andrà a spendere mensilmente si può fare un preventivo. Il preventivo non è in alcun modo vincolante alla richiesta di prestito e si può fare online. Fare un preventivo permette di farsi un’idea sui costi, sulle rate e sui tassi di interesse.

Gli interessi e la rata riportati sul preventivo possono cambiare rispetto al valore riportato sul preventivo. Sarà l’incaricato delle Poste Italiane a valutare i vari casi e a decidere quali saranno le condizioni.

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

Riepilogo

Riepiloghiamo i passaggi per ottenere un prestito con cessione del quinto da Poste Italiane. Il prestito può essere richiesto da tutti quei lavoratori dipendenti che abbiano i seguenti requisiti:

  • Contratto a tempo indeterminato;
  • Residenza in Italia;
  • Età tra i 18 e i 63 anni.

Per richiedere un prestito con Poste Italiane ricorrendo alla cessione del quinto è necessario fornire all’incaricato i seguenti documenti:

  • Ultima busta paga o cedolino della pensione;
  • Documento d’identità in corso di validità;
  • Codice fiscale;
  • Certificazione Unica.

Se si hanno dei dubbi per il prestito tramite la cessione del quinto con Poste Italiane consigliamo di chiedere aiuto ad un incaricato prima di scegliere il prestito.

Il prestito si può richiedere anche senza avere un conto corrente alle Poste, le coperture assicurative sono a carico della Banca.

La rata mensile da pagare viene trattenuta dallo stipendio o dalla pensione. Il prestito con cessione del quinto delle Poste Italiane si può richiedere ed utilizzare anche per estinguere dei finanziamenti richiesti in precedenza.

Source

L’articolo Cessione del Quinto Poste Italiane: Guida alla Richiesta proviene da Adessonews aggregatore di news: replica gli articoli dalla rete senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione. Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli in qualsiasi momento..

Richiedi informazioni e/o consulenza gratuita

Finanziamenti - Agevolazioni - personali e aziendali

Tutela patrimoniale e assistenza giudiziale per i sovraindebitati "prestito fondo antiusura"

Operativi su tutto territorio Italiano

 

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto   dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.   Per richiedere la rimozione degli articoli clicca qui.    

Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza

---------------------

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: